Grani Antichi

I grani antichi che coltiviamo

Sono chiamati anche grani di antica costituzione, ne fanno parte il frumento tenero della varità Piave, il grano Gentil Rosso e il Farro Monococco.

Questi cereali sono stati coltivati per secoli nelle nostre campagne ma poi ben presto soppiantati da varietà ed ibridi molto più produttivi ma  con le caratteristiche nutritive ed organolettiche non comparabili con queste antiche varietà.

 

Triticum monococcum o farro monococco

Il grano o farro monococco è una varietà di grano antico a basso tenore di glutine,

E’ conosciuto come triticum monococcum e comunemente denominato “piccolo farro”, per la sua somiglianza al farro classico. Si tratta di un cereale della famiglia delle Graminacee, nato nella mezzaluna fertile del Medio oriente, tra gli attuali Iran, Iraq e Turchia, migliaia di anni fa, tanto da essere una delle prime forme di grano coltivate insieme al farro.

Ha un basso tenore di glutine con un glutine delicato che lo rende estremamente digeribile, è ricco di nutrienti – fosforo, potassio e betacarotene.

 

Frumento tenero varietà locale Piave

Il Piave è un grano tenero selezionato nei primi ‘900, ampiamente coltivato in Veneto e Friuli Venezia Giulia fino all’arrivo dei cosidetti “grani moderni”.

Questa varietà è stata abbandonata principalmente per la scarsa produttività ma non certamente per la qualità dei suoi semi. Le farine che derivano da questo grano producono pani rustici e pizze da profumi unici.

 

Fumento tenero Gentil Rosso

Il Gentil Rosso è una antica varietà di grano tenero tra le più diffuse in Italia agli inizi del 1900.

Ha un buon tenore di proteine, come tutti i grani antichi ha un contenuto di glutine molto basso. E’ una varietà che produce pani molto profumati, digeribili e che possono essere conservati per più giorni.