17 Dicembre 2018

E’ tempo di semina: cosa sapete sul Farro Monococco?

Farro Monococco durante la spigatura

 

Cosa sapete sul Triticum Monococcum o Farro Monococco?

Il frumento monococco o farro piccolo è ritenuto il primo cereale “addomesticato” dall’uomo intorno al 7500 a.C., in Medio Oriente, ha costituito la base della dieta delle popolazioni agricole insieme a farro ed orzo. L’arrivo di frumenti poliploidi, più produttivi e di facile trebbiatura, ne ha ridotto drasticamente l’importanza: attualmente è coltivato solo in aree remote della regione Mediterranea.

Il rinnovato interesse per questa coltura è legato alla crescente sensibilità dell’opinione pubblica per le caratteristiche dietetico-nutrizionali degli  alimenti ed è giustificato dall’ottima composizione della sua farina, nonché da risultati preliminari che ne suggeriscono una minore allergenicità per persone con intolleranze alimentari tipo la celiachia. Questa coltura ha un’ottima resistenza naturale a malattie e stress, la necessità di bassi livelli di concimazione ed una spiccata adattabilità ad ambienti colturali.

Diversi studi ritengono questo cereale particolarmente adatto ad un’agricoltura a basso impatto ambientale: proprio questo tipo di agricoltura permette di mantenere elevata la fertilità dei terreni ed di aumentarne la popolazione microbica, la vera vita dei nostri terreni.

Vieni a scoprire questo cereale e provate le farine che maciniamo nel nostro mulino a pietra!